Pietramora

ROMAGNA SANGIOVESE
RISERVA MARZENO DOC

Imbottigliato solo nelle annate ritenute all’altezza, il Pietramora raccoglie in sé il meglio del sangiovese prodotto nelle nostre vigne, ormai tutte allevate ad alberello con vigneti ad alta densità. Fra i vini rossi, il Pietramora è dunque il vino che ci sta più a cuore e che più di ogni altro riflette – e vogliamo che sia così – il carattere dell’annata: austera tannicità del 1995 e del 1998, opulente alcolicità del 2000, irreprensibile completezza del 2001 e del 2011, frutto esuberante del 2012, grande classicità del 2015.
Un tocco di ancellotta, mai superiore al 3% completa, quasi ogni anno, il taglio finale.
A partire dalla vendemmia 2011, la sua denominazione riporta in etichetta il nome della sottozona di appartenenza, quella di Marzeno, come da modifiche del disciplinare di riferimento.

Rosso rubino

Spiccano i piccoli frutti rossi associate a note speziate e terrose, di torba, leggermente boisé

Di notevole potenza, caldo e dinamico, di ottima tannicità abbinata a leggera sapidità, molto lungo e persistente

GRADAZIONE

15 % vol

TEMPERATURA SERVIZIO

18 °C

VITIGNI

Sangiovese e, in alcune annate, ancellotta (massimo 3%)

VINIFICAZIONE

Parte in tonneaux da 500 L di rovere francese per due settimane con follature e rimontaggi manuali, parte in vasche di acciaio di media capacità con macerazione di 15-21 giorni

AFFINAMENTO

In barriques di rovere francese (20% nuove) per dodici mesi

all_format
PRODUZIONE MEDIA

10000 bottiglie, 400 mezze bottiglie, 400 magnum e 40 3L

SCHEDE ANNATA

1985, 1988, 1990, 1991, 1993, 1995, 1997, 1998, 2000, 2001, 2003, 2004, 2006, 2007, 2008, 2009, 2010, 2011, 2012, 2013, 2015

PDF 2016